Brasilia Brasile voli hotel aeroporto Distretto Federale descrizione foto

Di Brasilia la capitale dello stato del Distretto Federale e del Brasile vi diamo un accurata descrizione. Di Brasilia capitale dello stato del Distretto Federale e del Brasile, eccovi migliori luoghi da visitare, accompagnati da alcune foto.
mappa brasile
Brasilia è la capitale del Brasile. La città e la sua provincia sono situati nel centro-ovest della regione del paese, lungo un pianoro noto come Planalto Central. Ha una popolazione di circa 2.557.000 IBGE 2008, il che rende la quarta città più grande del Brasile, dopo aver superato Belo Horizonte e Fortaleza. Tuttavia, come area metropolitana, si è nettamente inferiore al nono posto. Brasilia è indicata come Patrimonio Mondiale dall’Unesco. Come capitale nazionale, Brasilia è la sede di tutti e tre i rami del governo brasiliano. La città ospita anche la sede di molte società brasiliane, come la Banca del Brasile, Caixa Económica federale, Correios e la Telecom Brasiliana. La città è un punto di riferimento mondiale nel settore della pianificazione urbana. La localizzazione degli edifici residenziali nei pressi delle zone di espansione delle aree urbane, di costruire la città attorno a grandi viali e la divisione in settori, ha scatenato un dibattito e una riflessione sulla vita nelle grandi città nel 20° secolo. Nella progettazione della città tutto era previsto, incluse le aree specifiche per quasi tutto, inclusi gli alloggi, gli hotel erano previsti nei settori del nord e del sud della città. Tuttavia, le nuove aree sono attualmente in fase di sviluppo, e il settore nord, a livello alberghiero e turistico trovandosi sulle rive del lago Paranoá verrà certamente privilegiato per favorire il turismo. Brasilia offre moderni e confortevoli alberghi, tra cui alberghi gestiti da grandi catene internazionali, ma offre anche accoglienti e modeste locande, B & B e ostelli. La città venne progettata e sviluppata nel 1956 con Lucio Costa come principale urbanista e Oscar Niemeyer come principale architetto. Nel 1960, divenne formalmente la capitale del Brasile. La città ha una forma simile a un aereo o una farfalla, ed è comunemente denominata la Capitale Federale, Capitale da Esperança (che si traduce in capitale della Speranza), o semplicemente BSB. Gli abitanti della città di Brasilia sono denominati come brasilienses o candangos. Brasilia ha uno status sui generis, in Brasile, dato che non è un comune come quasi tutte le città del Brasile. Invece, è la prima di diverse regioni amministrative all’interno del Distretto Federale, che, costituzionalmente, non può essere suddiviso in comuni. In maniera informale, tuttavia, la denominazione Brasilia coincide con quella del Distretto Federale. L’aeroporto internazionale di Brasilia è un importante centro per il resto del paese, collega la capitale a tutte le principali città brasiliane e a molte destinazioni internazionali. È il terzo più importante aeroporto del Brasile, in termini sia di passeggeri che di voli. Brasilia è stata costruita e concepita per essere la nuova capitale del Brasile. L’idea era quella di trasferire la capitale federale del Brasile, dalla costa alle zone interne del paese. In precedenza le capitali del Brasile furono Rio de Janeiro e Salvador. Con il trasferimento della capitale verso l’interno, il governo voleva contribuire alla destinazione delle risorse in una maniera più uniforme in tuto il paese, difatti dal 1763 al 1960, quando la capitale del Brasile era Rio de Janeiro, le risorse tendevano ad essere concentrate nella regione sud-orientale del paese. Persone provenienti da tutto il paese contribuirono a costruire la città, in particolare popolazioni provenienti dalle zone del nord-est del Brasile. Questi lavoratori sarebbero stati conosciuti come candangos. Brasilia è nota, a livello internazionale, per aver applicato i principi stabiliti nella Carta di Atene del 1933. Brasilia è stata progettata per essere una città dove i flussi del transito non creassero problemi. Lucio Costa ha previsto le strade in un modo tale che anche un semaforo non sarebbe stato necessario, le automobili e gli autobus avrebbero dovuto percorrere i diversi anelli concentrici per accedere alle strade locali e per raggiungere le destinazioni specifiche. Gran parte della programmazione originale venne cambiata, soprattutto a causa della notevole crescita di Brasilia. Costa non aveva provveduto una tale rapida crescita della città, molto meno l’esplosiva è stata la crescita delle città satellite intorno a Brasilia. La città oggi ha dei semafori come qualsiasi altra città, c’è una certa scarsità di posti auto, e gli ingorghi sono abituali nelle ore di punta, in particolare in alcuni luoghi. Tuttavia, anche se la situazione attuale non è, come previsto da Costa, il transitoper Brasilia è ancora notevolmente migliore che nelle altre grandi città brasiliane. C’è una più rigorosa applicazione della legge, che si traduce in automobilisti meglio istruiti, per esempio, Brasilia è una delle poche città in Brasile, dove i conducenti di fermano a uno stop. Le strade sono in genere ben tenute, e anche questo riduce al minimo gli incidenti. Tuttavia, il motivo principale per cui transitare per Brasilia sia ancora abbastanza facile è che i veicoli ancora utilizzare il sistema delle vie a anelli, per raggiungere le strade centrali e le loro destinazioni. La principale via è la Eixão. Si tratta di una strada ad alta velocità che taglia Brasilia da nord a sud, a tre corsie in ogni senso di marcia, tranne in alcuni luoghi della zona centrale. Parallelamente alla Eixão, ci sono due Eixinhos (piccole vie), che facilitano l’accesso alle reti e alla fine alle strade locali. L’altra grande arteria è la Monumental Axis, che taglia Brasilia da est a ovest. Le altre due importanti vie della città sono le vie W3, che si estende ad ovest del Eixão, parallela ad essa, e L2, che corre ad est della Eixão. La maggior parte delle linee di autobus che vanno dal Nord al Sud usano le W3 e la L2, piuttosto che la Eixão dove i veicoli non sono autorizzati a fermarsi. Il clima della capitale, secondo la classificazione Köppen del clima è quello della savana tropicale, con le stagioni che sono definite in base al grado di umidità dell’aria: una stagione è secca e fredda, mentre l’altra è umida e calda. La temperatura media è 20,5° C.il mese di settembre ha la più alta media di temperature massime, 28° C., luglio ha la più bassa media delle temperature massime con, 25° C. La media delle minime più basse è a luglio, con 13° C. e la media più alta delle temperature minime avviene nei mesi di novembre e dicembre, con 18° C. Queste, però, sono le medie mensili, le temperature a volte ricadono al di fuori di questa gamma. La temperatura minima assoluta è stata registrata con 1,6° C. e la massimo assoluta è stata di 34,7° C. La media delle precipitazioni è di circa 1500 mm. Il mese con più precipitazione è dicembre con una media di 250 mm. I mesi meno piovosi sono giugno, luglio e agosto con circa 10 mm, di pioggia. Brasilia è situato a 15 ° 50’16 ” di latitudine sud, e 47 ° 42’48″ di longitudine ovest ad un’altezza di 1.000 a 1.200 metri sopra il livello del mare nel cosiddetto Planalto Central, che è in gran parte poco avvallato. La fauna tipica della zona è prevalentemente quella del Cerrado. In alcuni luoghi della città si possono trovare specie di gymnosperms, come pini e anche vari tipi di alberi da altri biomes brasiliani. La specie non indigene nella zona sono stati rimosse dalla proprietà pubblica e sostituite con specie native come l’ ipês. Il paesaggio del “Cerrado” come è chiamato il territorio della zona, è caratterizzato da ampie formazioni di savana attraversata da strisce di foreste e vallate solcate dai ruscelli. Nel Cerrado si trovano vari tipi di vegetazione. Nei campi umidi e nei luoghi vicino all’acqua si trovano diverse palme del tipo chiamato “Buriti”. Nelle altitudini più elevate si trovano dei pascoli simili a quelli alpini e foreste di tipo mesophytic nelle zone più fertili. Gli alberi “Cerrado” sono caratteristici per i tronchi ritorti coperti da una spessa corteccia, e le foglie che sono generalmente ampie e rigide. Molte piante erbacee hanno grandi radici per immagazzinare il più possibile l’acqua e le sostanze nutritive. Lo spessore della corteccia e la grandezza delle radici sono adattamenti di queste piante per sopravvivere ai frequenti incendi che devastano frequentemente il paesaggio. Gli adattamenti di protezione delle piante li proteggono dalla distruzione totale e le rendono in grado di germogliare nuovamente dopo un incendio. Pur essendo una città giovane Brasilia ha molti luoghi interessanti come il Ministries Esplanade che si trova alla fine del Monumental, ed è uno spazio aperto nel centro di Brasilia. Il prato rettangolare zona è circondato da viali da due a otto corsie, dove si trovano molti degli importanti edifici pubblici, monumenti e memoriali. Questo è il corpo principale dell “aereo” di cui ha la forma la città, come previsto da Lucio Costa. L’edificio del Congresso Nazionale, come per la maggior parte degli edifici ufficiali della città, è stato progettato da Oscar Niemeyer seguendo lo stile dell’architettura moderna brasiliana. La semisfera situata a sinistra è la sede del Senato, e la semisfera situata a destra è la sede della Camera dei Deputati. Tra di loro ci sono le due torri degli uffici. Il congresso occupa anche altri edifici circostanti, alcuni di loro sono interconnessi con dei tunnel. L’edificio è situato nel centro dell’ asse monumentale, il viale principale della capitale. Frontalmente c’è un grande prato e una piscina. L’edificio si trova di fronte alla Praça dos Três Poderes, dove c’è il Palácio do Planalto e il Supremo Tribunale federale. Il Palácio da Alvorada è la residenza ufficiale del presidente del Brasile. Il palazzo è stato progettato, insieme al resto della città di Brasilia, da Oscar Niemeyer e inaugurato nel 1958. Una delle prime strutture costruite nella nuova capitale, è l’ “Alvorada” che si trova su una penisola ai margini del Lago Paranoá. I principi di semplicità e di modernità, che in passato hanno caratterizzato le grandi opere di architettura, hanno motivato Niemeyer. Chi lo vede ha l’impressione di guardare una casa di vetro, dolcemente sbarcati appoggiata a terra con le esterne sottili colonne. L’edificio ha una superficie di 7000 m² ed è disposto su tre piani. L’auditorium, la cucina, la lavanderia, il centro medico, e l’amministrazione sono al livello del seminterrato. Le camere utilizzate dalla Presidenza per ricevimenti ufficiali sono sul pianerottolo. Ci sono quattro suite, due appartamenti ed altre stanze private, al secondo piano, che è la parte residenziale del palazzo. L’edificio dispone inoltre di una biblioteca, una piscina riscaldata olimpionica, una sala per la musica, due sale da pranzo e varie sale per le riunioni. Il Palacio do Planalto è il luogo di lavoro ufficiale del presidente del Brasile. Si trova in Praça dos Três Poderes. Come per la sede del governo, il termine “o Planalto” è spesso usato come uno stereotipo per il ramo esecutivo del governo. L’ufficio principale di lavoro del Presidente della Repubblica è nel Palácio do Planalto. Il Presidente e la sua famiglia, tuttavia, non vivono in questo palazzo, la residenza ufficiale del presidente è il Palácio da Alvorada. Oltre al Presidente, anche gli alti consulenti hanno uffici nell’ “Planalto”, tra cui il Vice-Presidente del Brasile e il Capo di stato maggiore; gli altri ministeri sono collocati lungo la Esplanada dos Ministerios. L’architetto del Palácio do Planalto è stato Oscar Niemeyer, il “creatore” della maggior parte degli importanti edifici nella nuova capitale di Brasilia. L’idea era quella di proiettare un’immagine di semplicità e modernità utilizzando belle linee e onde per comporre le colonne e le strutture esterne. Il complesso culturale della Repubblica ( “Complexo culturali da República”) è un centro culturale situato lungo l’asse monumentale, nella città di Brasilia. Esso è costituito dalla Biblioteca Nazionale di Brasilia e dal Museo Nazionale della Repubblica. La Biblioteca Nazionale di Brasilia (Biblioteca Nacional de Brasilia) occupa una superficie di 14.000 m², è composta da camere per la lettura e lo studio, di un auditorium, e una raccolta di oltre 300.000 articoli. Il Museo Nazionale della Repubblica (Museu Nacional da República) è costituita da una mostra di 14.500 m², di due auditorium, e di un laboratorio. Lo spazio è usato principalmente per visualizzare mostre d’arte temporanee. Il lago Paranoá è un gigantesco lago artificiale costruito al fine di aumentare la quantità di acqua disponibile per la regione. Esso detiene il secondo più grande porto turistico in Brasile, e c’è la sede nella capitale degli operatori per il wakeboard e il windsurf. Il ponte di Juscelino Kubitschek, noto anche come il ‘Presidente JK Bridge’ o il ‘JK Bridge’, attraversa il lago Paranoá a Brasilia. Il suo nome è in onore dell’ex presidente del Brasile Juscelino Kubitschek de Oliveira. E ‘stato progettato dall’architetto Alexandre Chan e dall’ ingegnere Mário Vila Verde. È costituito da tre asimmetricoi archi di acciaio che lo attraversano diagonalmente. Con una lunghezza di 1200 m, è stato completato nel 2002 ad un costo di 56,8 milioni di euro. Il ponte ha una passerella pedonale ed è accessibile ai ciclisti e ai pattinatori. La Praça dos Três Poderes (Piazza delle Tre Potenze) è una piazza di Brasilia. Il nome le deriva dall’incontro dei tre rami federali intorno alla piazza: l’esecutivo, rappresentato dal Palacio do Planalto (uffici presidenziali); il legislativo, rappresentato dal Congresso Nacional (Congresso Nazionale), e la branca giudiziaria, rappresentata dal Supremo Tribunale Federale. Si tratta di una attrazione turistica a Brasilia. E ‘stato disegnato da Lucio Costa e Oscar Niemeyer come un luogo dove i tre rami della Repubblica si possano riunire armonicamente. La Cattedrale di Brasilia, è un espressione dell’architetto Oscar Niemeyer. Questo concreta incorniciata struttura, sembra con il suo tetto di vetro aperta, verso il cielo. Il 31 maggio del 1970, la struttura della Cattedrale è stata finita, e solo 70 m di diametro della superficie circolare erano visibili. Il progetto della Cattedrale di Brasilia è basato sui sezioni asimmetriche. La struttura è il risultato di 16 identiche colonne di calcestruzzo assemblate. Queste colonne, con la sezione iperbolica e 90 t di peso, rappresentano due mani che si spostano verso l’alto verso il cielo. Brasilia è anche un centro della moderna letteratura. Pubblicato nel 2008, “Il mondo in grigio” parla di una apocalittica storia basata sulla famosa profezia di Don Bosco della fine del 1800. “Tra i paralleli 15 e 20, nei pressi di un lago che si forma”; secondo Don Bosco, in tale città “una grande civiltà vi prospererà, e sarà la Terra Promessa”. Il Chapada dos Veadeiros è un parco nazionale con abbondanza di fauna selvatica tipica del Cerrado e circondato da numerosi spettacolari cascate. L’Itiquira Falls è una bella cascata alta 168 m, è a poco più di 100 km da Brasilia, nel comune di Formosa, Goiás. La Caldas Novas è la più grande sorgente di acque calde naturail del mondo. Situata a circa 360 km a sud-est della città nello stato di Goiás. Pirenópolis, la città, situata 150 chilometri da Brasilia, è nota per le sue cascate e l’architettura coloniale, e una festa popolare che coinvolge i cavalli montati, chiamata Festa do Divino Espírito Santo, che si svolge 45 giorni dopo la Pasqua. La sua vita notturna è molto popolare, e un festival di musica jazz vi si svolge nel mese di maggio. Goiás Velho, antica capitale dello Stato di Goiás, riempita con una magnifica e molto ben conservata architettura coloniale, è conosciuta anche per le cerimonie, come la Fogaréu, in cui uomini mascherati lodano la morte di Cristo e della risurrezione nella Pasqua. E ‘ un patrimonio culturale mondiale delle Nazioni Unite.

I Commenti sono chiusi

condividi su facebook
se il sito ti piace votalo
cerca nel sito
Categorie
Link: