Approffittate delle favolose offerte dei nostri sponsor, se siete interessati agli argomenti che propongono troverete quanto di meglio il web può offrire

Visitate gli altri nostri siti animali dal mondo - immagini dall'Europa
Seguite i nostri aggiornamenti giornalieri su tutti gli stati del mondo iscrivendovi cliccando sul pulsante mi piace di Facebook


Di Porto Velho la capitale dello stato di Rondõnia in Brasile vi diamo un accurata descrizione con i migliori luoghi da visitare, accompagnata da alcune foto.
mappa brasile
Porto Velho è la capitale della stato brasiliano di Rondõnia, situata nella parte superiore dei bacini idrografici Amazzonici. La popolazione è di circa 334.661 persone. Porto Velho è situata al confine tra lo stato di Rondõnia e lo Stato di Amazonas, la città è un importante centro commerciale di cassiteriteche è un minerale il biossido di stagno, l’estrazione, di esso rappresenta la più importante attività economica della regione, Porto Velho è un imporatante centro per i trasporti e le comunicazione. Si trova sulla riva orientale del fiume Madera, uno dei principali affluenti del fiume Rio delle Amazzoni. Fondata ufficialmente il 2 ottobre 1914, Porto Velho è stata costruita dai pionieri circa nel 1907, durante la costruzione della ferrovia Madera-Mamore Railroad. Dopo che la ferrovia venne completata, la popolazione locale di Porto Velho era circa di un migliaio di abitanti; i suoi edifici erano soprattutto gli impianti per la ferrovia e le case in legno dei lavoratori, in maggioranza provenienti dai Caraibi, e da questo fatto deriva il nome della città più grande del distretto di allora, “Barbadoes Città”, oggi chiamato l’ “Alto do Bode”. Durante i primi anni sessanta, lo sviluppo della città è stato collegato direttamente all’attività ferroviaria. La città ha prosperato principalmente durante il boom del caucciù, ma poi quando è subentrato il caucciù malese, a un costo più basso del caucciù prodotto in Amazzonia, l’economia della regione ebbe una battuta d’arresto. Città come Santo Antônio do Madera, che avevano una linea di tram e un giornale settimanale, al momento della fondazione di Porto Velho, non sono altro che rovine al giorno d’oggi. La sopravvivenza Porto Velho è associata al miglioramento delle condizioni della zona dove è stata costruita, con la sua facilità di accesso dalla parte del fiume, il suo porto: tutte queste considerazioni vennero prese nella scelta di Porto Velho come la capitale del neo-costituito federale di Guaporé Territorio, nel 1943. Solo con l’inizio della seconda guerra mondiale ci fu un altro ciclo di progresso nella regione. Quando le forze alleate persero il controllo del caucciù malese, quello Amazzonico divenne necessario a causa dello sforzo bellico. Questo prodotto era considerato in Brasile come il “secondo braccio di gomma”. Ma quando la guerra si concluse, l’economia della regione ebbe ancora una volta una battuta d’arresto. La Porto Velho della storia moderna inizia con la scoperta della cassiterite nei dintorni della città, e si è svilupata ulteriormente con la scoperta dell’oro lungo il corso del fiume Madeira,verso la fine degli anni Cinquanta. Inoltre, la decisione del governo di consentire lo sviluppo di grandi allevamenti di bovini nel territorio ha iniziato una tendenza di immigrazione nella città. Quasi un milione di persone si sono spostate nello stato di Rondõnia, e Porto Velho raggiunse una popolazione maggiore ai trecentomila abitanti. Questa intensa migrazione ha causato molti problemi alla città. Ad esempio, il Distretto suburbano, che anche se non è composto solo di baraccopoli, crea molti problemi. Il clima a Porto Velho è equatoriale, un tipo di clima tropicale dove non è presente la stagione secca, tutti i mesi hanno valori di precipitazione medie di almeno 60 mm. Si trovano di solito a latitudini entro cinque gradi dall’equatore, e sono dominati dalla convergenza della zona intertropicale. La classificazio deI clima è indicato nel sistema Af Köppen come clima equatoriale . La foresta pluviale tropicale è la vegetazione naturale nelle regioni equatoriali. La vegetazione nella zona di Palmas è quella tipica amazzonica, l’Amazzonia conserva oltre la metà delle rimanenti foreste pluviali del pianeta e comprende le più grandi e più ricche specie dei tratti di foresta tropicale di tutto il mondo. Le foreste tropicali sono le più ricchi di specie BIOME, e le foreste tropicali nelle Americhe sono costantemente più ricche di specie dello stesso tipo di foreste presenti in Africa e in Asia. Il più grande tratto di foresta pluviale tropicale delle Americhe, le foreste pluviali amazzoniche sono senza precedenti biodiversità. Più di 1 / 3 di tutte le specie nel mondo vivono in Amazzonia. Porto Velho è situata nel bacino amazzonico, il principale fiume che bagna la città proveniendo da sud, in Bolivia, è il fiume Madera. Il Rio Madeira è il principale affluente destro del Rio delle Amazzoni, nel suo letto sono presenti grandi quantità d’oro, e, fino a poco tempo fa, durante il suo riflusso, anche 30 mila minatori si ritrovavano per ricercarlo. Il corso è suddiviso in due livelli, quello alto è caratterizzato da tratti di rapide e cascate. Due laghi si distinguono per la loro importanza biologica: il lago Cuniã, con un area di 104 mila ettari, in cui ci si trova la riserva biologica di Cuniã, e il lago Belmont, il fiume Madera. Il fiume è abbondante di pesci, in particolar modo dei seguenti pesci: piraíba, jaú, dourado, caparari, surubim, pirara, piramutaba, tambaqui, tucunaré, jatuarana, pacu, pirapitinga, curimatá, a piranha preta e il terribile piranha candiru. Il fiume Abuna è un affluente della riva destra del fiume Madera, e fa da delimitazione della frontiera tra Brasile e Bolivia. Nel porto di Cai n’Água a Porto Velho, ci sono le barche che fanno il viaggio verso Humaitá, Manicoré e Manaus, comuni che si trovano lungo il Rio delle Amazzoni, come verso le località del basso Madera, come ad esempio San Carlos, Calama e altre piccole città. La Bulk è la Società dei porti e delle vie navigabili del Rondõnia, permette l’esportazione del grano, soprattutto della soia, che viene prodotta nel sud dello Stato del Mato Grosso e a Sapezal oltre alle città vicine. La soia viene caricata a Porto Velho sui traghetti, e da lì trasportata verso l’America del Nord, l’Europa e l’Asia. In aggiunta al grano e alle altre materie prime come il legname, il porto esporta anche prodotti della catena della carne e di prodotti lattiero-caseari. Porto Velho ha un enorme potenziale turistico grazie all suo patrimonio storico, naturale e umano. Le attrazioni storiche sono la ferrovia del legno Mamore, la Cattedrale del Sacro Cuore di Gesù, il Cimitero della Candelora, la sede dell’Arcidiocesi, il terminal ferroviario, la locomotiva colonnello Coronel Church, (il primo traghetto ad arrivare dal Rio delle Amazzoni nel 1872) il serbatoio d’acqua (simbolo della città, costruito dagli inglesi), la igreja de Santo Antônio e la sua bella cascata, prima tappa di Porto Velho. I tre serbatoi d’acqua potabile: sono fatti in metallo, i pezzi sono stati importati dagli Stati Uniti. Il primo è stato costruito nel 1910 e gli altri due nel 1912. Porto Velho oltre ad essere usata come base di partenza per spettacolari crocere nella zona alta del Rio delle Amazzoni e del Rio Madera, è anche un posto da cui si possono organizzare tour in una delle zone più remote e affascinanti dell’Amazzonia, potendo vedere il fascino naturale intatto di questa stupenda, unica, meravigliosa regione. Naturalmente questi tour bisogna organizzarli con l’aiuto di esperte guide locali, avventurarsi senza di loro dentro la foresta amazzonica è pura pazzia.

Subscribe to RSS