Approffittate delle favolose offerte dei nostri sponsor, se siete interessati agli argomenti che propongono troverete quanto di meglio il web può offrire

Visitate gli altri nostri siti animali dal mondo - immagini dall'Europa
Seguite i nostri aggiornamenti giornalieri su tutti gli stati del mondo iscrivendovi cliccando sul pulsante mi piace di Facebook
Mon
7
info


viaggio a Gaborone
Spesso descritta come la città con la crescita più veloce dell’Africa, la capitale del Botswana, Gaborone è una colorata e vivace città, che si trova nella valle piana tra Kgale e le colline di Oodi, sul fiume Notwane nella parte orientale nell’angolo sud del Botswana, a 15 km dal confine con il Sud Africa. La capitale, Gaborone è la sede del governo così come il cuore commerciale e amministrativo del paese. La città prende il nome da Kgosi che ha guidato la tribù Batlokwa nella zona nel 1880. Essi si stabilirono a Tlokweng, la prima area urbana che si raggiunge quando si arriva dal confine sudafricano posto ad est. Nei primi anni del 1890 una fortezza coloniale è stata costruita in una zona che era conosciuta come il paese vicino a Tlokweng, e le sue rovine sono ancora visibili nei pressi del villaggio del cinema. A Gaborone ci sono numerosi grandi centri commerciali che offrono una gamma completa di prodotti sia importati che locali, ottimi ristoranti, alberghi internazionali di qualità superiore, club sportivi e locali notturni vari. I nuovi edifici e la periferia spuntano come funghi ovunque ci sia un blocco di terra per farli stare, risultando un mix di abitazioni a basso costo, condomini, centri commerciali e complessi industriali. La fiera internazionale del Botswana si svolge nella città ed è un evento annuale. Situato vicino alla capitale, c’è l’aeroporto internazionale Sir Seretse Khama che dispone di strutture ultra moderne. I visitatori di Gaborone ora hanno una scelta eccellente di negozi artigianali in cui scegliere i loro acquisti. La Botswana Craft, specializzata negli articoli artigianali del Botswana, ha diversi punti vendita in città. Il Camphill charity offre mobili artigianali in legno e vari altri articoli come ceramiche e tessiture locali. A Oodi, 5 km a nord di Phakalane, i visitatori possono visitare la fabbrica di tessitura e il negozio, mentre in Broadhurst, il Craft Workshop ha una serie di punti di vendita di imbarcazioni di alta gamma. Per i gitanti, a soli 5 o 6 km a nord di Mochudi sulla strada per Francistown la Matsieng Footprints, c’è uno dei pochi siti archeologici del Botswana. La Mall Main è il principale punto di partenza per un tour di Gaborone. E’ il cuore di Gaborone con negozi, banche, uffici commerciali, così come di bancarelle che vendono prodotti dell’artigianato e altre merci. All’estremità orientale della Mall c’è il centro civico che ospita anche una biblioteca pubblica di riferimento. Di fronte al centro civico c’è l’Arch Pula, un punto di riferimento che commemora l’ indipendenza del Botswana. L’Assemblea nazionale è al top della Main Mall, ed è circondata da altri alti edifici governativi. Al centro di questa enclave del governo c’è una piazza pavimentata con un monumento ai caduti in memoria dei 300 soldati batswana che morirono combattendo con gli Alleati, contro il fascismo nella Seconda Guerra Mondiale. C’è anche una statua di Sir Seretse Khama, il primo presidente del Botswana. A due chilometri a sud del principale centro commerciale della National Sports Stadium, si trovano il Gaborone Golf Club, il Club di Cricket, il Rugby Club e il Botswana da Tennis Association. Ci sono numerose palestre in tutta la città e i principali alberghi hanno tutti un buon fitness center o centri per il benessere. Un secondo campo da golf è stato recentemente completato a Phakalane, e offre eccellenti strutture e un corso ben progettato situato in un’area boscosa paesaggistica. Il Kgale Hill domina Gaborone sul bordo occidentale della città. Esso offre una salita piacevole, con una bella vista della diga e della città. I visitatori possono scegliere uno dei tre percorsi ben definiti su per la collina: la ripida Rusty Route con la parete rocciosa, o il Transfeldt Trail lungo la schiena, o la camminata ondeggiante in tutta la collina che parte a Croce Kopje. Ognuna richiede meno di un’ora. C’è una truppa di babbuini che vive a Kgale e una coppia di aquile nere fa costantemente il nido nella rupe scoscesa appena sotto la vetta. Ci sono state anche segnalazioni di avvistamenti mattutine di leopardi. Mentre i leoni sono l’attrazione principale, il parco St Claire Lion ha molto di più da offrire. Situato a 14 km da Gaborone in un bosco aperto sulla strada Lobatse, offre una varietà di attività all’aria aperta per tutta la famiglia, facendone la meta preferita dei cittadini di Gaborone e un luogo rilassante per i picnic e le fughe dalla città. Ha un entrata a pagamento, e dispone di un ristorante, un bar, ampi parchi giochi, percorsi a cavallo, gite in moto, un ristorante per avvoltoi, tre dighe, aree da picnic e un campeggio. Il parco è aperto tutti i giorni, ma il bar e il ristorante sono chiusi il lunedì. Gaborone ospita il Museo Nazionale e la Galleria d’Arte, che espone una collezione di artigianato tradizionale e quadri di artisti locali e regionali. Si trova nel centro di Gaborone all’incrocio delle strade Queens e Independence. Inaugurato nel 1968, il Botswana National Museum mira a creare un interesse sul variegato patrimonio culturale del Botswana. Situato nel cuore della città, è un delizioso composto di musei e gallerie, che conservano e raccontano le tracce e la memoria della vita dei Batswana. La Galleria Nazionale d’Arte è stato identificata come una delle migliori dell’Africa meridionale e richiama artisti lontani che intendono esporre le loro opere in questa galleria appositamente costruita per loro. Mokolodi è una riserva privata gestita dalla Mokolodi Wildlife Foundation, che è dedicata alla conservazione della fauna selvatica e di educazione ambientale. Solo a 10 km a sud-ovest di Gaborone, il parco è stato istituito a metà del 1994 su una superficie di 3000 ettari. In pochi anni un intensa campagna di ripopolamento ha portato molte specie di fauna selvatica nel parco compreso il rinoceronte bianco , il ghepardo , antilope dei canneti montana, giraffe, zebre, antilopi rosse, zibellino, gazzella Oryx e un team elefanti. Questa gamma di fauna selvatica si è mischiata a quella indigena formata da kudu, impala, iene, leopardi e cervi d’acqua, rendendo il parco un ecosistema ricco e variegato, letteralmente a pochi minuti dalla città.
Foto Botswana
Vai al post principale sul Botswana

Subscribe to RSS