voli isola di zanzibar passaporto tour zanzibar mappa Zanzibar foto zanzibar Unguja

In questo primo post di una serie dedicata a Zanzibar vi parliamo dei voli per l’isola di Zanzibar, del passaporto necessario, e dei tour da fare nella capitale, completando il post con foto, immagini e video oltre alla mappa di Zanzibar o Unguja.
  • voli isola di Zanzibar
  • passaporto per Zanzibar
  • tour capitale Zanzibar
  • Zanzibar
  • Unguja
  • Zanzibar è un arcipelago al largo della costa della Tanzania, che consiste nell’isola di Zanzibar a livello locale, chiamata Unguja, l’isola di Pemba, e molte altre isole minori. L’isola di Zanzibar è lunga circa 90 km e larga 30 km. Anche se si proviene dalla Tanzania, Zanzibar ha un proprio servizio di immigrazione e bisogna avere un passaporto valido per poterci entrare. Per raggiungere Zanzibar ci sono molti voli giornalieri che partono da Dar es Salaam in Tanzania, fra le compagnie di Aria Excel, aereo regionale, e costiere, Precision Air e ZanAir, eseguono almeno una dozzina di voli ogni giorno. I voli sono spesso in ritardo ma quasi mai vengono annullati. Il costo è sui 90 dollari con gli aerei più piccoli che consentono di portare un bagaglio sui 15 kg, e sui 120 dollari sugli aerei più grandi che permettono un carico molto maggiore di bagagli. Zanzibar ha due tasse d’imbarco. Quella per i voli nazionali di 5 dollari e quella per i voli internazionali di 30 dollari. Per arrivare a Zanzibar ci sono anche molti traghetti e catamarani che si possono prendere a Dar es Salaam, tra i più belli disponibili ci sono quelli di: Azam marina, Mare Express, Stella Mare, Gabbiano e Sepideh Megaspeed Liner, le tariffe oscillano tra i 35 e i 40 dollari, la prima classe costa 5 dollari in più ma ne vale certamente la pena. Il viaggio è bello e dura circa due ore. Tuttavia, se il tempo è cattivo può richiedere un tempo molto più lungo e il viaggio può diventare spiacevole. Se uno soffre di mal di mare si consiglia di portarsi alcune pastiglie e prenderle prima di salire a bordo. È anche possibile noleggiare una barca privata per ottenere la traversata a prezzi meno costosi, ma il viaggio sarà più lungo e si può rischiare di ritrovarsi a bordo di una nave non ben attrezzata per le cattive condizioni atmosferiche o nell’emergenza. Una cosa da tenere presente che ai terminali ci sono persone che vi offrono di portarvi i bagagli e suggerimenti, diffidatene e occhio ai borseggiatori. Arrivati al porto o al terminal bisogna affidarci ai taxi, che ur avendo una lista dei prezzi per le varie destinazioni turistiche sull’isola, si possono negoziare, e a volte convengono nei confronti di quelli inclusi nell’offerta di vari alberghi, alcuni hotel offrono un servizio navetta gratuito. I tassisti vorranno farvi fare un giro di Stone Town, la parte vecchia della città, non vi conviene accettarlo, in quanto i posti più caratteristici sono raggiungibili da vicoli in cui passa a mala pena una bicicletta, mentre i taxi vi convengono se volete fare un tour nei vari villaggi dell’isola in quanto molto meno costosi del noleggiare un auto, per raggiungere Nungwi, sulla punta settentrionale dell’ isola ci vogliono circa 2 ore e il costo potete trattarlo fino a 3 dollari. E a questo punto armati di mappa e macchina fotografica siete pronti a partire per il tour di questa meravigliosa isola e immortalare in foto ricordo i suoi fantastici luoghi.
    Altri post sulle isole di Zanzibar

    I Commenti sono chiusi

    condividi su facebook
    se il sito ti piace votalo
    cerca nel sito
    Categorie
    Link: