Approffittate delle favolose offerte dei nostri sponsor, se siete interessati agli argomenti che propongono troverete quanto di meglio il web può offrire

Visitate gli altri nostri siti animali dal mondo - immagini dall'Europa
Seguite i nostri aggiornamenti giornalieri su tutti gli stati del mondo iscrivendovi cliccando sul pulsante mi piace di Facebook


Iniziamo una serie di post dedicati al Santuario della Madonna di Lourdes, o Nostra Signora di Lourdes, dove dall’ 11 febbraio 1858, la Madonna fece diverse apparizioni, facendosi riconoscere da Bernadette Soubirous, una ragazza di 14 anni.
  • santuario Madonna di Lourdes
  • nostra signora di Lourdes
  • Madonna apparizioni
  • Bernadette
  • Il Santuario della Madonna di Lourdes o Nostra Signora di Lourdes, oppure il dominio, come è più comunemente noto, è una zona di terreno circostante la Grotta di Nostra Signora di Lourdes nella città di Lourdes, in Francia. Questa terra è di proprietà ed è amministrata dalla Chiesa, e ha diverse funzioni, tra cui le attività devozionali, gli uffici, e gli alloggio per i pellegrini malati e dei loro collaboratori, In Italia vi sono tre associazioni di volontari, l’UNITALSI, l’OFTAL, e lo SMOM (Sovrano Militare Ordine Di Malta) che organizzano il trasporto e l’assistenza degli ammalati a bordo di treni e aerei convenientemente attrezzati. Il dominio comprende la Grotta stessa, la vicina sorgente per le piscine, che secondo i credenti, per invocare la guarigione, è molto efficace il rito di immergersi nelle piscine, appositamente realizzate, riempite con l’acqua che sgorga da questa sorgente situata nei pressi della grotta delle apparizioni. La stessa sorgente serve anche a alimentare le fontane da cui i pellegrini bevono l’acqua di Lourdes e riempiono le varie bottiglie e taniche da portarsi a casa. Ci sono gli uffici della presidenza dei medici di Lourdes, così come diverse chiese e basiliche. Il tutto su una superficie di 51 ettari, che comprende 22 distinti luoghi di culto. Le lingue ufficiali del Santuario sono 6: il francese, l’inglese, l’italiano, lo spagnolo, l’olandese e il tedesco. Il giorno 11 febbraio del 1858, una ragazza di 14 anni che faceva la contadina, di nome Bernadette, affermò di avere avuto delle apparizioni di una giovane donna vestita di bianco, con una cintura blu intorno alla vita, ed una rosa gialla sui piedi, che le aveva detto di essere l’Immacolata Concezione, nome con cui è conosciuta la Vergine Maria. Il luogo dove avvennero queste apparizioni è una grotta naturale, di forma irregolare, vicino a uno sperone di roccia chiamato Massabielle, vicino alla riva del fiume Gave de Pau. In quel periodo il posto era fuori città su un terreno usato dagli abitanti del villaggio per il pascolo degli animali, la raccolta della legna da ardere e veniva anche usato come una discarica di immondizia, ed era considerato un luogo spiacevole. A Bernadettela figura della Madonna appariva sempre in una nicchia, sopra una delle principali cavità della grotta, in questo posto è nato un selvatico cespuglio di rose, tra le istruzioni della Vergine vi furono quella di andare a scavare in un determinato posto, dove ci sarebbe stata una sorgente, la ragazza scavò nel posto indicato e iniziò a sgorgare l’acqua, poi le venne detto di riferire ai Sacerdoti di costruire nel luogo una cappella, e di dire alle persone di venire nel luogo in processione, queste tre istruzioni particolari sono state il cardine per lo sviluppo del dominio di Lourdes e degli innumerevoli pellegrinaggi. Nel tempo l’interesse del pubblico continuava a crescere, prima con fedeli e semplici curiosi locali, poi a questi si iniziarono a unire pellegrini provenienti da sempre più lontano, e iniziarono a diffondersi le voci dei miracoli, questo fenomeno era cominciato il 1° marzo, alla dodicesima apparizione della Madonna a Bernadette. Quando una donna di nome Caterina Latapie dopo aver immerso il suo braccio slogato nell’acqua della fonte, riacquistò la mobilità dell’arto. Un sacerdote locale, Abbé Dominique Peyramale, insieme con il suo vescovo, mons Bertrand-Sévère Mascarou Laurence, acquistò la grotta e la terra intorno ad essa dal Comune nel 1861, 3 anni dopo le apparizioni. E si misero immediatamente a studiare sul come modificare l’area al fine di renderla più accessibile ai visitatori, e iniziarono a lavorare per costruire la prima delle varie chiese, nel luogo che adesso è noto come la cripta. Nel 1864, allo scultore Joseph Fabisch venne commissionata la creazione di una statua della Madonna di Lourdes sulla base delle descrizioni di Bernadette. In questa statua anche se è diventata un simbolo iconico della Madonna di Lourdes, la donna raffigurata è più anziana e più alta di quella descritta da Bernadette, ma è anche maggiormente in linea con le più ortodosse e tradizionali rappresentazioni della Vergine Maria. La statua nella nicchia poggia dove la Vergine apparve a Bernadette. L’originale cespuglio di rose venne distrutto poco dopo le apparizioni, dai pellegrini in cerca di reliquie, ma ne venne piantato uno nuovo. Il Vescovo di Tarbes e Lourdes, attualmente Jacques Perrier, è il responsabile per il governo spirituale del dominio. Egli nomina un rappresentante locale, che è chiamato il Rettore. Il dominio viene gestito indipendentemente dalla parrocchia di Lourdes, che è responsabile anche per i bisogni spirituali dei cittadini di Lourdes. A tempo pieno ci sono 30 cappellani che operano nel dominio, provenienti dalle diocesi e dalle comunità religiose di tutto il mondo. Ci sono 292 dipendenti laici che lavorano a tempo pieno, e altri 120 lavoratori stagionali impegnati in 63 diverse divisioni, con un bilancio annuale di esecuzione di 18 milioni di euro, di cui il 90% proviene da donazioni. Il dominio è aperto tutto l’anno. Tuttavia, nei mesi invernali i visitatori sono molto meno, ma non c’è una riduzione del calendario dei servizi e delle attività devozionali, e non ci sono processioni. La stagione invernale va dal 1 ° novembre (festa di Tutti i Santi) fino a Pasqua. L’11 febbraio, il giorno della festa di Nostra Signora di Lourdes, di solito avviene un programma completo di varie attività. Il dominio è pienamente attivo tra Pasqua e il giorno di Tutti i Santi ogni anno, ed ha un ricco programma di attività devozionali, tra cui le Messe, le processioni, La venerazione del Santissimo Sacramento, e il sacramento della Riconciliazione. Molte attività sono disponibili in diverse lingue, e in diversa funzioni la liturgia è ripetuta in diverse lingue per permettere a tutti i fedeli a partecipare. Il dominio è aperto tutti i giorni dalle 5 am, fino a mezzanotte, sebbene sia fuori la Grotta è accessibile tramite un passaggio dietro la Basilica Superiore. Si stima che 200 milioni di persone hanno visitato il santuario dal 1860, e la Chiesa cattolica romana ha ufficialmente riconosciuto 67 guarigioni miracolose. Il 67° miracolo è stato riconosciuto il 9 novembre 2005, con la guarigione di Anna Santaniello nel 1952. Ogni anno circa 800 tonnellate di candele vengono accese ogni anno dai pellegrini. Il Domain pubblica la rivista mensile su Lourdes, e contiene notizie e articoli sul dominio e su Lourdes in generale.
    Foto Immagini di Lourdes

    Subscribe to RSS