Approffittate delle favolose offerte dei nostri sponsor, se siete interessati agli argomenti che propongono troverete quanto di meglio il web può offrire

Visitate gli altri nostri siti animali dal mondo - immagini dall'Europa
Seguite i nostri aggiornamenti giornalieri su tutti gli stati del mondo iscrivendovi cliccando sul pulsante mi piace di Facebook


Questo post vuole essere una guida la più completa possibile con moltissime immagini, per visitare uno dei paradisi naturali che si possono trovare nel nostro pianeta, nel post troverete numerosi collegamenti che vi porteranno ai numerosi interessanti aspetti che questa meravigliosa isola vi può offrire, da quelli tribali, a quelli artistici, alla vita delle popolazioni e all’incredibile varietà di flora e fauna endemica qui presenti, con gli itinerari che portano ai numerosi parchi naturali, e inoltre vi proponiamo quelle mete turistiche indicate per gli appassionati del mare, e di chi ama fare surf e windsurf. Ormai è stato scoperto che questo luogo ha da offrire di tutto e per tutti ed è destinato come sta succedendo a diventare una delle mete turistiche più ambite.
Mappa Madagascar
Madagascar
Superficie 587.041 km²
Popolazione 16 473 477 ab.
Lingua ufficiale: malgascio, francese
Capitale: Antananarivo (1.050.000 ab.)
Il Madagascar come estensione è la quarta isola del mondo, circa 165 milioni di anni fa causa i movimenti teutonici il Madagascar si separa dall’Africa allora ancora compresa nell’immenso continente del Gondwana e raggiunse l’attuale distanza dalle coste Africane di 400km dal Mozambico, circa 120 milioni di anni fa, si trova all’altezza del tropico del capricorno nell’oceano Indiano. Pur essendo un isola tropicale ha mutevoli cambiamenti di clima e paesaggi causa la notevole grandezza. Il suolo dell’isola è caratterizzato da una forte presenza di materiali ferrosi ed è molto rossiccio, e per questo l’isola viene chiamata il Continente Rosso. Nell’altopiano centrale ci sono molte colline e montagne con fertili valli dove è notevolmente sviluppata l’agricoltura, con moltissime risaie, La parte nord e la costa orientale sono ricche di vegetazione e di risorse naturali, dove vengono molto praticate la pesca, la caccia e l’agricoltura. Nelle zone del sud la terra è sempre fertile ma con minore abbondanza di acqua, e ci sono anche molte savane, anche fra il centro e la costa ovest ci sono zone più aride e meno coltivate con presenza di savane, invece proprio nelle zone costiere dell’ovest vi sono molti allevamenti di ovini e bovini.
Il Madagascar ha un clima prevalentemente tropicale e per organizzare un viaggio è meglio tenerne conto. Dato che da un certo periodo il Madagascar è diventato un ambita meta turistica, grazie sopratutto all’ ecoturismo che può proporre degli ambienti incontaminati come le spiagge coralline del nord, poi c’è l’altopiano del Tsingy formato da rocce di calcare erose dal vento e dalle piogge ricche di biossidio di carbonio che pigliano una forma a punta particolare. Ma anche alcune città e zone sono mete che vale la pena di visitare, cominciando dalla capitale Tana. Viaggiando in direzione Nord-Ovest a circa 400 km dalla capitale sorge il secondo porto dello stato la città di Mahajanga, ex capitale del regni di Boina. A 400 km verso sud dalla capitale sorge la città di Fianarantsoa una delle più ricche grazie all’agricoltura e ai suoi vigneti, ma anche città d’arte. Una località turistica sempre più famosa per il suo mare meraviglioso, le spiagge e la possibilità di fare immersioni subacque, surf e windsurf è Nosy Bè. dichiarata Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO nel 1990 sta diventando una delle riserve naturali più importanti a livello mondiale, la Réserve Naturelle Intégrale des Tsingy de Bemaraha è ormai una delle mete turistiche più famose al mondo con una grandissima varietà di specie di flora e fauna endemici. Per gli amanti delle escursioni è imperdibile una gita nel Parc National de Montagne d’Ambre un parco comprendente una foresta pluviale molto ricco di fauna e vegetazione endemica. Un altra zona molto ricca sia di vegetazione che di fauna endemica è il Parc National de l’Isalo
Ma la particolarità maggiore dell’isola sono la flora e la fauna, difatti l’isolamento dal resto del mondo per milioni di anni ha fatto in modo che sull’isola ci siano specie sia animali che vegetali sono endemiche, di animali di origine africana praticamente non ne esiste più, e nel Madagascar vivono tutte le specie esistenti di Lemuri, due terzi delle specie mondiali di camaleonti, ci sono diversi tipi di tartarughe, di gechi, e molti altri stupendi animali quali: Farfalle e Falene, vari insetti ragni e rane, altri animali pericolosi per l’uomo sono i Coccodrilli del Nilo i vari tipi di serpenti fra cui alcuni velenosi ma non pericolosi per l’uomo, ci sono diverse varietà di uccelli endemici, molte sono anche le specie endemiche di pipistrelli, specie che si trovano solo su quest’ isola si trovano anche fra i Tenrec e i Roditori, i carnivori sono presenti solo con animali di piccola taglia oltre al Fossa che è l’esemplare di taglia maggiore. Un esemplare più unico che raro è l’aye aye, Alcuni tipi di cetacei frequentano stagionalmente le acque del Madagascar, principalmente nei pressi di Île Sainte Marie. Fra queste si possono citare la balena di Sowerby e la balena di Bryde. Sono anche presenti i dugonghi. Come succede per la fauna, anche la flora del Madagascar è caratterizzata da un alto numero di piante endemiche differendo notevolmente da quella del continente africano, anche questo è una conseguenza dell’isolamento dell’isola, che si è staccata dal supercontinente Gondwana circa 140 milioni di anni fa. L’isola si può dividere in quattro grandi aree geografico climatiche, ognuna delle quali ha una sua particolare vegetazione. Queste sono La foresta pluviale che si trova lungo la costa orientale, Negli altipiani centrali la vegetazione è quella tipica delle praterie e della foresta umida, mentre nelle vaste pianure poste sul versante occidentale si è formata una savana, infine nella zona meno ricca d’acqua del sud ovest si trovano delle foreste spinose e delle zone desertiche. Le specie che troviamo sono le Angiosperma, moltissime sono le specie di palme che si possono vedere, il Madagascar è anche famoso per i suoi baobab, tantissime sono le orchidee con colori e forme stupende che si possono ammirare in tutta l’isola. Altre piante e fiori stupendi che si possono ammirare in tutta l’isola fanno parte della famiglia delle dicotiledoni e ce ne sono di molte specie. Per i turisti ci sono da ammirare numerosissime varietà di Euforbie piante e fiori di tutti i tipi e i colori, e poi vediamo la pianta e i fiori della Manioca una delle piante fondamentali per la popolazione Malgascia, in quanto ne ricavano la tapioca, che è come la farina da noi. Altre piante piuttosto comuni sono quelle carnivore che trovano un habitat perfetto per il loro sviluppo. Infine citiamo altre piante molto utili all’economia dello stato come il Banano e L’Agave
Madagascar Circondata da 5.000 km di splendide coste, spiagge bianche, lunghi tratti di barriera corallina, fondali ricchi di pesce, isola coccolata da un clima tropicale che oscilla tra i 20 gradi e i 30 gradi tutto l’anno, il Madagascar è un paradiso per gli amanti del mare e della natura. Isola bagnata dall’Oceano Indiano e dal Canale di Mozambico, è stata dichiarata dal WWF uno dei paesi con il più ricco patrimonio ecologico del mondo con le sue circa 50 aree protette tra riserve e parchi naturali. Immersi in una natura rigogliosa, rimarrete estasiati dai profumi che pervadono l’isola, fragranze che emanano da piante e spezie quali l’Ylang Ylang, vaniglia, cannella, pepe, frangipane,geranio. Il tutto condito dalla cortesia e affabilità del popolo malgascio il cui sorriso vi porterete sempre nel cuore.

Subscribe to RSS