Approffittate delle favolose offerte dei nostri sponsor, se siete interessati agli argomenti che propongono troverete quanto di meglio il web può offrire

Visitate gli altri nostri siti animali dal mondo - immagini dall'Europa
Seguite i nostri aggiornamenti giornalieri su tutti gli stati del mondo iscrivendovi cliccando sul pulsante mi piace di Facebook



Continuando il nostro tour ci rendiamo conto che il Marocco è una delle massime espressioni dell’Africa, le sue città imperiali ci riempono la testa di indimenticabili immagini del Marocco.
  • Marocco Africa
  • Marocco città imperiali,
  • immagini Marocco

  • La città imperiale più antica del Marocco è Fès il centro spirituale e culturale del Marocco, l’itinerario che conviene fare per non perdere nessuna delle bellezze artistiche della città è quello di proseguire il giro mantenendosi vicino ai bastioni, e possiamo vedere il Palazzo Reale Dar el-Makhzen subito riconoscibile dalle sue belle porte dorate, ci ritroveremo al Petit Méchouar che asserragliato dai bastioni ci porta al quartiere di Moulay Abdallah, al Vieux Méchouar e ai suoi bei giardini. Poi potremmo vedere la Moschea di El-Karaouiynes con la sua università, la Medersa Mesbahia una vecchia scuola con le tradizionali architetture marocchine. E possiamo recarci al cimitero israelita è una vera oasi di silenzio insolita per il luogo, nel cuore di Mella il quartiere ebraico della città. Dopo ci avviamo verso la medina, che è la parte principale della visita alla città. Passeggiando nella struttura della medina, che è la più estesa e meglio conservata di tutto il Maghreb, ed è adagiata sul fianco di una collina, vedremo strade strette e curve, case tutte uguali, negozi e botteghe artigiane, moschee ed altri edifici di culto contrassegnati dai tipici minareti maghrebini a pianta quadrata il tutto in una magica atmosfera di colori e luci inebrianti.Sembrerà di trovarci metà in Europa e metà in Africa, fra il Mediterraneo e l’Oceano Atlantico, una visita a Tangeri è una gioia che coinvolge tutti i sensi, i colori della folla di diverse etnie, il sentire parlare dialetti del souk, i profumi e le fragranze dei mercati. Comincia l’escursione con un giro panoramico attraversando la zona residenziale fino a raggiungere la mitica Grotta di Ercole dove si suppone che il famoso eroe greco abbia trovato la morte. Ci trasferiamo in centro città per fare una piacevole passeggiata per le tortuose stradine della Medina fino ad arrivare al Museo Kasbah che merita di essere visitato. Magari abbiamo l’occasione di assistere a un breve spettacolo folcloristico, spostandoci seguendo i bastioni della città raggiungiamo Bab Erraha per recarci a vedere l’indimenticabile belvedere sulla città e sulla sua baia. Passeggiando vediamo i suoi alberi di fico, le sue dracene centenarie, che hanno ispirato tanti pittori e artisti, come pure i giardini della Mendoubia, e quelli del Sultano con il Palazzo Dar el-Makhzen. Agadir è la principale località balneare del Marocco, deve la sua fama alla sicurezza delle sue spiagge di sabbia fine che ne fanno la meta prediletta tanto dalle famiglie locali, quanto dai turisti stranieri. La sua storia ha subito alterne fortune fondata dai portoghesi nel quattrocento era utilizzata come principale snodo mercantile per i prodotti provenienti dal Souss. Semidistrutta da un terremoto nel 1960, fu velocemente ricostruita e ha iniziato subito a riprendersi e a svilupparsi. La maggiore attrattiva è rappresentata dal Musée Municipal in cui si può vedere un’interessante collezione di gioielli fatti dalle popolazioni berbere, inoltre ci sono belle terra cotte, sculture e tappeti. La testimonianza dei legami di Agadir con il Portogallo è il fresco Jardin de Olhäo che contiene anche un piccolo museo dedicato al terremoto del 1960. La straordinaria bellezza della medina di Agadir si deve a Coco Polizzi, un architetto italiano nato a Rabat, Si tratta di una specie ideale di un villaggio berbero nel quale sono ospitate trenta botteghe artigiane in cui si possono trovare merci di ottima fattura. Agadir, è una città nuova, in riva all’oceano con una grande spiaggia di sabbia bianca, è dotata di un micro clima di 25-35 gradi tutto l’anno. La sua ubicazione geografica vi permetterà di visitare comodamente le città tipiche marocchine dei suoi dintorni. Agadir vi offre tante attrattive. Per chi ama una vacanza a contatto con la natura, la città ubicata sull’Atlantico è letteralmente immersa nel verde, sentirete il balsamico profumo degli eucalipti, dei pini, dei tamarindi e troverete un mare dal blu incantevole con delle acque cristalline. Tanti visitatori trovano Agadir forse troppo moderna, altri la trovano stupenda perché funzionale e bella, oltre a essere diversa dalle altre città del Marocco.
    immagini Marocco
    immagini Marocco
    immagini Marocco
    immagini Marocco
    immagini Marocco
    immagini Marocco
    immagini Marocco

    Subscribe to RSS