Approffittate delle favolose offerte dei nostri sponsor, se siete interessati agli argomenti che propongono troverete quanto di meglio il web può offrire

Visitate gli altri nostri siti animali dal mondo - immagini dall'Europa
Seguite i nostri aggiornamenti giornalieri su tutti gli stati del mondo iscrivendovi cliccando sul pulsante mi piace di Facebook


  1. Di Oudja, il capoluogo della provincia di Oujda Angad, vi offriamo la descrizione e la storia della città e della provincia di Oujda Angad, insieme ad alcune foto che vi aiuteranno a capire l’ambiente e lo stile di vita della zona.
  • Oudja
  • Oujda Angad
  • aeroporto Marocco
  • hotel Oudja
  • Oujda è una città situata nella parte orientale del Marocco, è il capoluogo della provincia di Oujda Angad. La città ha una popolazione di circa mezzo milione di abitanti. Oudja si trova a circa 15 chilometri a ovest dall’Algeria e a circa 60 chilometri verso sud dal Mar Mediterraneo. La vicinanza con l’Algeria ha influenzato la vita della città nel corso degli anni, tuttavia, la maggioranza dell’architettura di Oujda è molto influenzata da quella francese nella natura e questo è forse il suo aspetto più rilevante. A Oujda c’è l’aeroporto internazionale Oujda Angads che ha ottimi collegamenti con molte città europee, c’è anche un importante università della tecnologia, in lingua araba, francese e inglese. Nei confronti delle altre città marocchine è abbastanza facile trovare una sistemazione presso uno dei tanti hotel, e si trovano anche degli ottimi ristoranti, oltre a diversi locali adatti alla vita notturna. Nella città l’attrazione principale sono i semplici ma divertenti spettacoli musicali che vengono ripetutamente organizzati, e alcuni paesaggi nelle zone circostanti, oltre al parco di Lalla Aicha, la foresta di Sidi maafa, e la medina di Oujda. Dal 2006, la città è gemellata con Trowbridge in Inghilterra, a causa del gran numero di immigrati la maggior parte dei quali provenienti dai villaggi nei pressi di Oujda che ci si sono stabiliti. A Trowbridge vive la più grande comunità marocchina nel Regno Unito dopo quella di Londra. Non vi sono prove di un periodo di occupazione romana del territorio, ma sembrerebbe che in quel periodo la zona fosse sotto il controllo delle tribù berbere. Gli Arabi hanno tentato di conquistare la città sotto la guida di Ibn Nafi Oqba Al Fihri durante il regno di Omeyades Damasco, e 705 dC ci sono riusciti con Musa bin Nusair. A metà dell’ XI secolo, Oujda ha avuto molta importanza con il suo status di città sulla strada tra relè Sijilmassa e l’oriente. In tutta la storia della successione delle dinastie musulmane nell’ occidente, Oujda ha svolto un ruolo importante strategico tra Merinids, e Fez. Questa situazione è stata all’origine di numerose invasioni distruttive a cui Oujda è stato esposta. Nello stesso modo, ha incontrato grandi difficoltà a mantenere rapporti pacifici sia con le zone situate ad est, che a ovest, e si è trovata al centro degli scontri tra Saadienss e i turchi. La città moderna è stata fondata nel 994 da Ziri ibn Atiyya, re della tribù dei Zenata. Un notevole ampliamento è avvenuto nel 1048. La città è stata praticamente ricostruita nel 13° secolo dal sultano Abou Youssef. Poi è passata sotto il controllo dell’esercito francese durante la loro occupazione del Marocco che la utilizzarono come base militare per il controllo delle zone orientali dello stato. In questo periodo la città si è notevolmente sviluppata, con la costruzione di ampi viali sui cui lati sono state costruite numerose ville e edifici. Questa situazione è continuata anche dopo l’indipendenza ottenuta dal Marocco nel 1956, rendendo la città abbastanza moderna dal punto di vista architettonico. Il confine con l’Algeria situato pochi km. a volte crea qualche preoccupazione visto che le relazioni tra i due paesi sono spesso tese.
    Foto Oudja

    Subscribe to RSS