Approffittate delle favolose offerte dei nostri sponsor, se siete interessati agli argomenti che propongono troverete quanto di meglio il web può offrire

Visitate gli altri nostri siti animali dal mondo - immagini dall'Europa
Seguite i nostri aggiornamenti giornalieri su tutti gli stati del mondo iscrivendovi cliccando sul pulsante mi piace di Facebook



Una volta arrivati in Marocco potremmo pensare di fare un tour delle città imperiali, noi vi diamo un idea per un tours in Marocco corredato da foto.
  • voli Italia Marocco
  • tour città imperiali Marocco
  • tours Marocco

  • Le origini del Marocco si perdono negli albori della preistoria, in questa meravigliosa terra ricca di paesaggi stupendi, regno delle luci e dei colori, si sono svolte le vicissitudini di molti popoli, tra cui i Fenici, i Cartaginesi, i Berberi, i Romani, i Bizantini, i Vandali, per arrivare agli Arabi, e tutte queste genti hanno contribuito con qualcosa ad arricchire il territorio, rendendo alcune delle città esotiche di una bellezza che si può definire fiabesca, ma hanno contribuito anche a lasciare loro ricordi in tutti gli ambienti, e il turista sia che si trovi sulle incantevoli spiagge atlantiche o mediterranee, o in mezzo alle silenziose e misteriose sabbie del deserto, oppure sulle montagne dalle nevi perenni o in riva ai fiumi che si diramano in mezzo alla tipica vegetazione africana, può ritrovare dietro l’angolo un affascinante ricordo dei tempi passati. La storia del Marocco si legge visitando le sue famose città imperiali, di cui vi diamo un breve profilo di alcune, prima di parlarne dettagliatamente di tutte in futuri post. La perla del sud, come viene conosciuta Marrakech è stupenda, i suoi monumenti sono maestosi, una visita alle tombe dei monarchi delle antiche dinastie ci basta ad appagarci tanto è lo splendore delle decorazioni che le abbelliscono, rimanere stupiti dalla grande piazza Djamaa el Fnaa, vedere un minareto del XII secolo la Koutoubia, vedere i mosaici, i marmi e le leggi scolpite nella Medersa Ben Youssef, ammirare le favolose tombe contenenti i resti della dinastia Saadiane a Palazzo Bahia, immergersi nel mercato dei cammelli, nella Menara e nei giardini dell’Agdal, per poi effettuare un giro in carrozza seguendo il percorso delle antiche mura, riuscendo ad ammirare gli angoli più nascosti della città, è già sufficiente a renderci felici di aver scelto il Marocco come meta delle nostre vacanze, e siamo solo all’inizio di un lungo tours che il Marocco ci offre, difatti basta recarci a Casablanca per ritrovarci in un ambiente completamente diverso, in un Marocco più moderno ma altrettanto affascinante, dove girando in mezzo a tanti palazzi moderni, troviamo come messi in una cartolina ampi viali in cui spiccano cupole, colonne, balconi in legno di cedro, lucernari, fatti in stile art Déco o arte neo Moresca. Mentre giriamo visitiamo i famosi souk e i molteplici bazar strapieni di merci, e approfittiamo delle tante pasticcerie per gustare i gustosi bigné. Non dimentichiamoci di recarci nella città vecchia ad ammirare la Medina, una grandiosa moschea edificata nel XVIII secolo, e diamo un occhiata agli edifici pubblici come il Tribunale, il Municipio, la Posta e la Bank Al-Maghrib, tutti edificati e arredati in stile neo-moresco, ritornando nella parte nuova della città dobbiamo visitare la chiesa di Notre Dame de Lourdes uno dei più belli edifici religiosi cristiani, e per ultimi teniamoci le perle della città il tribunale regionale, chiamato Mahkama, e la Moschea di Hassan II, edificata sull’oceano è un vero capolavoro di architettura. Ricordiamoci che se vogliamo darci una rinfrescata Casablanca ha degli ottimi stabilimenti balneari. E ora rechiamoci nella capitale, superiamo i chilometri di mura color ambra che la circondano, passando da una delle cinque grandi porte che ci sono, tutte adornate con fregi, smerli, arabeschi floreali, se possiamo passiamo dalla porta di Bab er-Rouah che è senza dubbio la più bella, iniziamo con il tuffarci nei rigogliosi giardini della città, quelli della necropoli di Chellah, oppure quello delle Oudayas, o se vogliamo visitiamo il bosco di sugheri della Mamora. E prepariamoci ad ammirare i capolavori che Rabat ci riserva come il Mausoleo Mohammed V, uno stupendo esempio di architettura marocchina, la Torre Hassan, il grandioso minareto di un’immensa e ma mai completata moschea i cui lavori sono iniziati nel XII secolo, andiamo ad ammirare il favoloso palazzo reale di Sua Maestà Hassan II. E mentre siamo in città facciamo una visita al museo dell’artigianato, e non perdiamo l’occasione di visitare l’antico caffè moresco. Quando siamo stanchi e vogliamo rilassarci possiamo recarci nei boschi o nelle spiagge che circondano la città.
    (segue)
    Foto Marocco

    Subscribe to RSS