Approffittate delle favolose offerte dei nostri sponsor, se siete interessati agli argomenti che propongono troverete quanto di meglio il web può offrire

Visitate gli altri nostri siti animali dal mondo - immagini dall'Europa
Seguite i nostri aggiornamenti giornalieri su tutti gli stati del mondo iscrivendovi cliccando sul pulsante mi piace di Facebook


Tour Nel Sahara

Dal nome Arabo del colore della sabbia, fulva prende il nome quello che in Italia viene chiamato deserto del Sahara, è il più grande deserto del mondo e si trova nell’Africa settentrionale, il suo paesaggio è discontinuo, è formato dall’Hamada zone di roccia nuda incisa e scolpita dal vento, quindi c’è il serir che è composto più che altro da ciottoli i ghiaia e l’idean che sono le zone dove si trovano le maestose dune di sabbia. L’acqua sulla superficie non esiste vi sono solo letti di fiumi essiccati, dove dopo eccezionali piogge scorre per brevi periodi. In profondità si trovano delle falde di acqua e in queste zone sorgono quasi tutte le oasi. In alcune zone grazie al clima si può trovare alcuni tratti che sembrano savana.
La siccità regna sovrana in questo luogo, in compagnia delle forti tempeste di vento, e dai notevolissimi sbalzi di temperatura fra il giorno e la notte, E’ difficile pensare che in un posto del genere possa esserci la vita, eppure c’è a partire dalla scarsa flora, che in alcune zone manca totalmente, ma anche diversi tipi di piante sono riuscite ad adattarsi al clima e si può trovare oltre ai classici cespugli, delle artemisie, delle salsolacee e qualche graminacea. La poca popolazione umana è concentrata particolarmente nelle oasi, ma vi sono ancora alcune popolazioni nomadi, e a volte si possono vedere caratteristiche carovane che trasportano materiali vari, fra i quali sono famose le carovane che caricato sui dromedari trasportano il sale e che una volta attraversavano ripetutamente il Niger.
Ma questo ambiente che a prima vista sembra così desolato può offrire agli amanti dell’avventura, e di quegli spettacoli unici che solo la natura può offrire, un occasione di ricercare dettagli e di immortalare immagini che solo questo deserto in Africa può offrire, il paesaggio mutevole delle dune rimodellate continuamente dal vento, gli speroni di roccia che lo stesso vento ha reso affilatissimi o modellato in forme particolari, quei piccoli arbusti con i loro frutti che miracolosamente riescono a vivere in mezzo a queste distese di sabbia, e che danno origine a una catena alimentare fornendo il cibo per i roditori, e alle gazzelle di dorcas, e di conseguenza ai loro predatori, come il caracal una piccola lince, il fennec una piccola volpe del deserto, ma esistono anche molte altre specie di animali come; La Iena i simpatici gatti della sabbia alcuni tipi di uccelli il grande e temibile varano le infaticabili formiche e gli animali pericolosi anche per la vita dell’uomo come gli scorpioni e la velenosissima vipera cornuta

Subscribe to RSS